La bella favola di Beatrice, fatina delle Winx

(...) fantastico delle Winx, da un po’ di tempo è entrata a fare parte anche una fatina tutta speciale, che di nome fa Beatrice. Più che una fatina, si potrebbe dire un angelo. Perché Beatrice è volata in cielo un po’ di tempo fa, lasciando qui sulla terra oltre a un papà e a una mamma affranti, anche tanti bambini che continuano a pensare a lei.
I nostri lettori ricorderanno la storia di Beatrice, piccola bambina malata che aveva un sogno: vedere Roma. E ricorderanno che il suo papà Ivano questo sogno era riuscito a realizzarlo. Un sogno così ben riuscito da spingerlo a ringraziare il sindaco Veltroni, con una lettera pubblicata dal «Messaggero», per l’opportunità che la città di Roma aveva dato alla sua piccola di essere felice, felice per qualche giorno. Ma le favole non sempre sono a lieto fine. E così è finita anche la brevissima esistenza terrena di Beatrice, ma non si sono spenti i sogni che questa bambina aveva acceso intorno a lei. Come quello delle Winx, appunto, che erano la sua passione e il suo appuntamento preferito con la tv.
E così papà Ivano, un giorno, decide di scrivere a una di loro, Flora. «Sono il papà di una splendida bambina, una tua fan accanita (anche delle altre Winx). Purtroppo Beatrice, la mia bambina, il 21 luglio scorso è mancata per sempre al mio amore, è andata in cielo, nel suo nuovo mondo nella sua Magix. Sai Flora, Bea è una tua fan, pensa che abbiamo circa cinquanta Winx, la maggior parte sono Flora, con ogni tipo di abito, dvd, videocassette, e ogni tipo di gadget perché a lei piacevano tantissimo. Beatrice è come te, ama la natura i fiori ed è gentile e bella come te, ti assomiglia anche! Con i capelli lunghi e fluenti sulle spalle, come i tuoi». E continua: «Ti vorrei anche raccontare una piccola storia: era dicembre del 2005, e Bea era ricoverata presso il centro trapianti di midollo osseo dell’Ospedale Gaslini di Genova, ed ha partecipato ad un concorso in line sul vostro sito, era sicura di vincere aveva risposto a tutte le domande. Però tutti non possono vincere, ci mancherebbe altro! Per non renderla triste io le ho inviato un pacco, tutto “fasciato di Winx”, con dentro delle cosine carine... Era felicissima, non dimenticherò mai il suo sorriso e la sua gioia quando ha ricevuto il pacco! Ora vorrei chiederti una cosa. Se puoi, uno dei tuoi prossimi spettacoli, vorrei che tu e le altre Winx lo dedicaste a Beatrice, solo questo insomma. Beatrice sarà senza dubbio lì, in prima fila ad applaudirvi con il suo sorriso che non ha confini».
Ebbene, siccome le favole a volte diventano realtà, ecco la risposta. «Non è Flora a scriverle, ma Francesca Barigelli. Laboro in Rainbow, casa di produzione che realizza il cartone animato Winx Club e la nostra più grande soddisfazione è sapere che possiamo far ridere e sognare i bambini di tutto il mondo. Ascoltata la sua storia la prima reazione è stata quella di piangere e pregare per lei e per la sua piccina. La seconda è stata prendere coscienza della grande responsabilità che abbiamo nei confronti dei bambini che ci seguono per il messaggio che comunichiamo loro con i cartoni animati. Grazie per la lettera e grazie per il suo insegnamento che raccontandoci la sua storia ci ha donato». Francesca Barigelli ha concluso con la promessa di dedicare un musical alla memoria di Beatrice. Ma una cosa già è stata fatta. Il piccolo angelo è stato promosso fatina sul sito ufficiale delle Winx, fatina del mese di aprile.
Una storia bellissima che continua giorno dopo giorno sul sito www.nuovaoregina.net dove il «progetto Beatrice», nato con l’inento di aiutare altri sfortunati bambini malati, va avanti. Concorsi di disegno, tornei di pallavolo, cd di canzoni, tutto per raccogliere fondi.
E da lassù l’angelo, anzi, la fatina Beatrice, sorride.