La bella sudafricana Charlene strega principe e principato

MontecarloE alla fine dalla grande finestra del Palais Princer di Monaco dove per molto tempo, troppo, si era affacciato un solitario Principe apparve nella giornata della Festa Nazionale del Principato, un'algida figura femminile, bella e volutamente vezzosa, quella di Charlene Wittstock, la bionda sudafricana che impalmerà proprio il sovrano monegasco, il 3 luglio 2011. Indubbiamente splendida, Charlene, nel tailleur color biscotto anni Trenta reso ancor più regale da cappellino e guanti, il tutto firmato Giorgio Armani, lo stilista preferito dalla futura principessa e statuaria sui tacchi a spillo è entrata perfettamente nel ruolo catalizzando l'attenzione dei presenti e l'obbiettivo dei fotografi giunti a Montecarlo sicuramente molto più numerosi degli anni passati.
Ma facciamo un piccolo passo indietro come ogni favola che si rispetti: la giornata della Festa Nazionale di Monaco era cominciata ieri in una magnifica mattinata di sole, tipica di queste parti, con la Messa in Cattedrale dove Alberto II è arrivato con la fidanzata Charlene seguito dalle sorelle, le principesse Caroline e Stephanie eccezionalmente in perfetta sintonia ed allegria, poi rispettando il protocollo, Charlene è rimasta un passo indietro non essendo ancora fregiata del titolo di "Sua Altezza". La tenerezza tra i due però è tangibile cosi come la complicità che regna con tutta la famiglia del Principe, infatti erano presenti anche i tre figli di Caroline: Andrea, Charlotte e Pierre Casiraghi. Dopo le premiazioni di consuetudine, il pranzo con le autorità e gli ambasciatori, poi in serata tutti all'Opera di Monaco, Salle Garnier con Charlene che ancora una volta ha preso con sicurezza la scena calcando il palcoscenico con passo sicuro.
Certo facendo un altro amarcord, questa volta nella vita di Charlene Wittostock, 33 anni il 25 gennaio, tanto è cambiato da quando fu immortalata per la prima volta, nel 2006, mentre baciava Alberto II all'inaugurazione dei Giochi Olimpici Invernali di Torino, ragazza dal look "sportivo" e fisico possente, tipico di chi passa più tempo ad allenarsi nelle piscine di tutto il mondo che a fare shopping o alle serate mondane. Si dice però che la bionda sudafricana abbia la tempra e la disciplina della campionessa e che abbia imparato in fretta e bene il mestiere di principessa, non solo, in più anche quella calma e quella lungimiranza che alla fine ha fatto cadere uno "scapolone" come Alberto II. Indubbiamente li lega la passione per lo sport, i viaggi, il mare e tutto ciò che si può fare per proteggerlo e una certa predisposizione da parte di Charlene, diplomata maestra d'infanzia, per i bambini, quindi Cenerentole dei temi moderni crescono e diventano protagoniste. Chissà, forse più dei Principi.