È bello navigare controcorrente anche se il mare è in tempesta

Caro Maurizio, è quasi surreale voler (e dover) dirti che ti sono vicino, non avendo tu fatto nient’altro che il tuo semplice lavoro di giornalista. Ma il mondo alla rovescia va avanti così, indicando a buon esempio il gregge che bela per il padrone, e intimidendo chi non accetta bavagli per i più eguali degli altri. Navigare controcorrente è un privilegio anche quando il mare è in tempesta. Se Lorcensori non capiscono, fa niente: i lettori sempre capiscono, e questo vale di più.
Federico Guiglia

Ho il diritto sancito dall’articolo 21 della Costituzione di vedere le foto di Silvio Sircana, portavoce del governo Prodi, che si accosta per strada a transessuali. Il Garante ha fatto il giuramento di Ipocrite. Per cui viva Belpietro e Feltri, come al solito. Poi mi chiedo: ma se a trans ci fosse andato Silvio Berlusconi o uno dei suoi innumerevoli portavoce, il Garante e gli altri del coro della censura si sarebbero fatti gli stessi scrupoli?
Dimitri Buffa

Caro Direttore, anch'io come Lei sono iscritta all'Ordine giornalisti della Lombardia e devo dirLe che ultimamente i provvedimenti che quest'Ordine intraprende mi lasciano alquanto perplessa. A Lei ed al suo Giornale tutta la mia solidarietà e rispetto. So che non si lascerà intimidire e continuerà sulla strada della verità che è quella che dà al lettore la possibilità di giudicare dai fatti e non dalle ipocrisie, la classe politica tutta deve essere spronata a comportamenti più virtuosi, altro che privacy! Qualcuno vorebbe abolire le notizie per non disturbare le opinioni e come diceva Benedetto Croce: ogni mattina il buon giornalista deve dare un dispiacere a qualcuno.
La saluto cordialmente.
Rosanna Sapori
Conduttrice televisiva Telenordest - Padova