La Bellucci, incantevole strega

Maurizio Acerbi

I fratelli Grimm e l’incantevole strega, la pellicola che vanta, nel suo cast, la presenza di Matt Damon, Heath Ledger e Monica Bellucci, è ambientata nella Francia napoleonica. Qui, due fratelli, Will e Jack, sbarcano il lunario girando per le campagne in cerca di polli. Ai poveri contadini, infatti, i due rifilano esorcismi e finte formule magiche che dovrebbero proteggerli da demoni e mostri. Scoperti, i fratelli sono costretti a nascondersi in una foresta che scopriranno presto essere magica e abitata da una fata.
Crash-contatto fisico ricorda molto da vicino il bellissimo America oggi. Siamo a Los Angeles e tra tragedie più o meno grandi, solitudini, razzismo, violenza ecco che finiscono per essere raccontate storie ordinarie che finiscono per incrociarsi e scontrarsi.
Doom, come ogni amante dei videogame potrà intuire, si ispira al famoso videogioco, capostipite di un genere sempre di moda tra i giovani. La trama, perciò, è un pretesto per rendere omaggio al gioco; il film, in ogni caso, è ambientato su Marte, e umani e alieni lottano, in scontri sanguinosi, per sopravvivere.
In mezzo a tante proposte per i teen-ager ecco Edison City, thriller che piacerà agli adulti. Kevin Spacey e Morgan Freeman sono, infatti, i protagonisti di questa storia dove troviamo un gruppo di poliziotti corrotti. Ecco allora che un giornalista coraggioso e un investigatore di un importante ufficio di Stato allearsi per smascherare il ramo marcio della polizia.
Tutto italiano è I guerrieri della luce; il liceo è finito e un gruppo di amici decide di concedersi una meritata vacanza, partendo alla volta di una località di montagna. Tra loro viaggia anche un ragazzo portatore di handicap e i problemi non saranno pochi.
Molto carino è In her shoes - Se fossi lei con Cameron Diaz, Toni Collette e Shirley MacLaine. Protagoniste sono due sorelle, completamente agli antipodi, quanto a carattere. Dopo un brutto litigio, e con l’aiuto di una nonna che credevano aver perso, le due cambieranno vita, riscoprendosi.
In Mary, dopo un film su Cristo, un’attrice (Juliette Binoche) parte alla volta di Gerusalemme per continuare il viaggio spirituale cominciato con la sua interpretazione nel film. Un anno dopo, un giornalista che sta conducendo una inchiesta sulla vita del Cristo si ritroverà spiritualmente in difficoltà.
Elijah Wood è l’interprete principale di Ogni cosa é illuminata, film nel quale un giovane ebreo americano parte alla ricerca di una donna che durante la Seconda guerra mondiale, in Ucraina, aveva salvato la vita a suo nonno, nascondendolo ai nazisti.
D’autore è Tutti i battiti del mio cuore nel quale Tom, un ventottenne, sta rischiando di seguire le orme del padre nelle compravendite immobiliari. Un incontro casuale, però, lo porterà a sognare di poter diventare quel pianista di talento in cui ha sempre creduto; esattamente come sua madre.
Infine, V for vendetta, con Natalie Portman, parte da un insolito presupposto: cosa sarebbe successo se la Germania avesse vinto la Seconda guerra mondiale? In un ipotetico futuro la Germania ha trasformato l’Inghilterra in un Paese nazista.