La Bellucci si «sveste» sul set

Maurizio Acerbi

Degli otto film annunciati per il prossimo venerdì il più atteso è certamente Bambi e il grande principe della foresta, pellicola che arriva a ben 64 anni di distanza dal primo episodio che fece conoscere, a livello mondiale, il cerbiatto Bambi. Quello che vedremo tra qualche giorno non è un sequel ma si colloca, a livello temporale, a metà del primo film su Bambi. Al centro di questa vicenda è il rapporto tra padre e figlio. Troviamo così Bambi che sta attraversando la foresta insieme a suo padre, il Grande Principe; il piccolo cerbiatto ha un rapporto non facile con il genitore anche se si rende conto che ha molto da imparare da lui. Il Principe è un tipo orgoglioso ma, in fondo, anche da quel figlioletto ritenuto poco coraggioso si può apprendere molto. Non solo: Bambi scoprirà come è morta la madre, un evento che, come abbiamo imparato, ha segnato tutta la sua giovane vita.
Di genere erotico è Battaglia nel cielo nel quale troviamo un autista di un generale dell’esercito che vive con il rimorso per aver causato la morte di un bimbo, rapito tempo prima con l’aiuto della moglie. Marcos non vede soluzione migliore che sfogarsi con la figlia del suo datore di lavoro; la quale, per ingannare il tempo e la noia, si prostituisce.
Ogni due per tre ci rifilano una nuova versione cinematografica di Orgoglio e pregiudizio. L’ultima in ordine di tempo, diretta da Joe Wright, cala «l’asso» della starletta del momento Keira Knightley. È una delle cinque sorelle Bennet (Lizzie) che la madre vorrebbe accasate con un marito ricco. Lizzie, invece, vuole vivere la sua vita in maniera differente, grazie anche al padre (Donald Sutherland), che la supporta nella scelta. Un giorno, il ricco scapolo Charles Bingley (Simon Woods) viene a vivere vicino ai Bennet, scatenando la caccia alla sua dote.
Monica Bellucci, versione prostituta, è la protagonista di Per sesso o per amore? La nostra attrice «sveste» i panni di Daniela; di lei, si innamora François, uno che ha appena vinto alla lotteria. Lui vuole comprarla per averla tutta per sè e lei accetta; ma il rimpianto per la vita lasciata si farà sentire.
Ne La cura del gorilla, Claudio Bisio impersona un ex buttafuori schizofrenico con l’hobby dell’investigatore privato. Dopo l’ennesimo ricovero ospedaliero decide di accettare un lavoro più tranquillo: accompagnare un vecchio attore americano finito nel dimenticatoio. Sandro, però, si trova a dover aiutare una ragazza cui hanno ucciso il fidanzato.
Persona non grata ha come protagonista un vecchio diplomatico che dopo la morte della moglie e stanco delle ipocrisie del suo lavoro, smette di fare l’ambasciatore.
La sempre bella Kim Basinger interpreta The door in the floor, tratto dal bestseller di John Irving A Widow for One Year. La morte del figlio sconvolge l’unione della famiglia Cole.
E siccome non c’è weekend senza horror ecco Fragile con Calista Flockhart. L’ospedale pediatrico di Mercy Falls sta per chiudere ma a causa di un incidente ferroviario si deve posticipare il trasferimento degli ultimi bimbi rimasti. Nell’ospedale lavora Amy, una infermiera che si affeziona alla piccola Maggie.