Belluno, uccide la moglie a coltellate

Il tragico fatto di sangie è accaduto a Cavazzano, alla periferia di Belluno. Un uomo di 49 anni ha ucciso a coltellate la moglie di 43 anni. Dopo l’omicidio l'uomo ha avvertito la Polizia che lo ha arrestato. I vicini della coppia hanno raccontato di avere
sentito i due coniugi litigare violentemente

Belluno - Un altro tragico episodio di cronaca familiare è avvenuto in Veneto. È accaduto a Cavazzano alla periferia di Belluno dove Antonio Soccol, 49 anni ha ucciso a coltellate la moglie di 43 anni. Dopo l’omicidio il 49enne bellunese ha avvertito la Polizia che lo ha arrestato. Il delitto, avvenuto poco prima di mezzanotte, si è consumato in una palazzina di tre piani nella prima periferia della città dolomitica. Da quanto ricostruito dagli inquirenti i vicini della coppia hanno raccontato di avere sentito i due coniugi litigare violentemente. La donna, secondo i primi rilievi, sembrerebbe essere stata uccisa da un’unica coltellata al collo, risultata mortale. In casa era presente, oltre ai due coniugi, anche la figlia di 12 anni che stava dormendo. Nelle prossime ore dovrà essere chiarito il movente che ha spinto Soccol a uccidere la moglie, l’uomo verrà interrogato in carcere.