Bene le case straniere e Mediolanum

Novembre ha visto numerose case d’investimento estere operative in Italia chiudere con un saldo di raccolta in positivo. Questo andamento, in controtendenza rispetto al trend mensile dei fondi comuni, è stato trainato dai risultati di Bnp Paribas (121 milioni di raccolta netta positiva), Credit Suisse (79 milioni), Jp Morgan am (30 milioni), Ing Direct (26 milioni) e Amundi (23 milioni). Tra le società di gestione italiane, invece, oltre a Mediolanum (176 milioni e miglior risultato mensile), emergono i risultati delle Generali (16 milioni) e della Banca Popolare di Vicenza (27 milioni). In negativo invece Intesa Sanpaolo (meno 463 milioni), Pioneer – Unicredit (meno 934 milioni), il gruppo Bipiemme (meno 293 milioni), Allianz (meno 201 milioni), il gruppo Banco Popolare (meno 210 milioni), il gruppo Ubi Banca (meno 148 milioni), Arca (meno 137 milioni) e Credem (meno 159 milioni). Mese non facile nemmeno per i promotori (Azimut e Banca Fideuram hanno chiuso rispettivamente in rosso per 29 e 47 milioni) e anche per gli sportelli postali (meno 49 milioni).