Bene i titoli del calcio

Piazza Affari ha chiuso in moderato rialzo, in linea con i recuperi realizzati dalle altre Borse europee. Il progresso è stato dello 0,4%, ma il dato che conferma l’incertezza del momento è rappresentato dal volume degli scambi, pressoché dimezzato rispetto alle medie delle precedenti settimane, per un controvalore di 2,3 miliardi. A mantenere qualche interesse si è posto il comparto dei titoli bancari, e in specie quello delle «popolari», per il riaffiorare di rumors circa possibili aggregazioni nel settore: sale Pop. Verona e Novara e, nonostante le recenti smentite, si parla di un merger con Cattolica di assicurazioni. Bene Pop. Milano e Bergamo e risveglio anche per Pop. Etruria (più 3,1%); tra gli altri bancari in vista Capitalia (più 1,7%). Tra i titoli minori Carige guadagna il 2,6% nel giorno di avvio dell’aumento di capitale. Altro comparto in fibrillazione, quello delle società di calcio, con Juventus in crescita del 6,9%, Roma del 3,2% e Lazio del 2,4%. Poco mossi i titoli dell’energia, per effetto delle recenti oscillazioni del greggio; tra le utilities in calo Aem Milano dell’1,2 per cento dopo le recenti decisioni dell’antitrust sulle ex genco.