Bene i titoli editoriali

Piazza Affari, unica in Europa, ha chiuso con un segno positivo; almeno per gli indici principali(Mibtel e S&P/Mib), mentre in «rosso» sono finiti gli indici TechStars e AllStars. Stabile il volume degli affari, che ieri ha superato di poco i 4,4 miliardi di controvalore. A rianimare il listino una nuova fase del risiko bancario, che ha visto ieri al centro dell’interesse degli operatori il titolo Capitalia, cresciuto di oltre il 4% sui rumors (poi smentiti) di un interesse da parte del Banco Santander. In fermento Banca Lombarda (più 1,9%), e ancora Carifirenze (più 3,2%), mentre in secondo piano le «popolari», nonostante la silenziosa crescita di Bper e Pop.Sondrio. Il risveglio dei titoli editoriali ha premiato le azioni di Mondadori (più 3,1%), ma ha trascinato al rialzo anche Class editori, l’Espresso e Seat. Di nuovo in positivo Alitalia, realizzata Fiat e le holding del gruppo; retromarcia dei titoli energetici per il calo del prezzo del greggio, mentre nelle utility riappare il segno positivo per Aem Milano, mentre calano le quotazioni di Asm. L’esordio al listino di Polynt, che guadagna oltre il 5% sul prezzo di collocamento, potrebbe dare il via a una serie di nuove quotazioni.