Bene i titoli della moda

Piazza Affari ha fatto meglio delle altre Borse europee, con gli indici principali in crescita tra lo 0,3 e lo 0,4%. Unica eccezione il Techstar finito in «rosso» dello 0,16%. Scambi stabilizzati intorno a 4,3 miliardi. La linea del mercato non si è discostata rispetto alle precedenti giornate: modeste le variazioni in casa Telecom, nel giorno del dibattito alla Camera, con il titolo in recupero dell’1,1% e Pirelli dello 0,5%, mentre progressi frazionari hanno registrato Camfin e TiMedia. Qualcosa si sta muovendo nel comparto bancario, con Intesa che guadagna l’1,3%, all’indomani dell’accordo con Agricole per Cariparma. Di nuovo in fermento Carige, che balza del 4,2%. Tra le «popolari» in crescita Bpi dell’1,2%. Scambi sempre vivaci nel comparto delle utilities, in vista di futuri accorpamenti, con Aem Milano e Amga in crescita dell’1,4%, mentre Aem Torino balza dell’1,8%. L’interesse di fondi di private equity ha fatto correre StM, che guadagna oltre il 3%; migliorano ancora i titoli della moda, con Valentino in crescita dell’1,3%, Tod’s dello 0,9% e Luxottica dello 0,7%. Nel limbo del listino Prima industrie balza del 7,7%, mentre Mirato guadagna il 5,7 per cento.