Bene Lottomatica e Fastweb

Su Impregilo scattano i realizzi

Piazza Affari al palo, in una seduta dominata ancora una volta da Alitalia (vedi servizio nelle pagine interne). Alla fine l’indice Mibtel avanza dello 0,06%, mentre lo S&P/Mib segna un rialzo dello 0,09%. Tra gli spunti, Fiat che ritrova e supera di slancio la soglia psicologica dei 14 euro e guadagna il 3,8% a 14,24, grazie all’ipotesi di uno scorporo dell’auto non escluisa dall’ad Sergio Marchionne. Bene anche Ifi (più 3,15%) e Ifil (più 2,57%), che hanno comunicato i dati di bilancio. Prese di beneficio su Impregilo (meno 2%), dopo il balzo di giovedì in attesa della decisione della Cassazione, poi confermata, di far ridurre il sequestro disposto nei confronti del gruppo e legato all’indagine sui rifiuti in Campania. In calo anche A2A (meno 2,88%). Ricoperture improvvise nel pomeriggio sul Banco Popolare, con guadagni del 4,68% alla vigilia dei risultati di esercizio. Bene Lottomatica, con gli operatori che parlano soprattutto di acquisti tecnici (più 6,9%). E denaro piove anche su Fastweb (più 5,1%). Tra le grandi del listino, scivola Telecom (meno 2,15%), nel giorno della presentazione delle liste del socio Telco per il cda. Tra i bancari buoni rialzi per Mediobanca (più 1,08%) e Unicredit (più 0,73%). Chiusura in calo per le principali piazze europee che hanno virato in negativo in scia all’andamento contrastato di Wall Street. A Parigi in fondo al listino Accor (meno 3,1%), Veolia (meno 2,6%) e L’Oreal (meno 2,4%). A Francoforte in deciso rialzo Commerzbank (più 4,5%) che starebbe valutando l’ipotesi di una fusione a tre con Dresdner Bank e Deutsche Postbank. A Londra in forte calo i titoli del real estate Persimmon (meno 5,1%) e British Land (meno 3,4%).