Bene le municipalizzate

Giornata tranquilla a Piazza Affari nel giorno dell’Immacolata. Gli indici registrano variazioni minime rispetto alle chiusure di giovedi, mentre gli scambi si sono assottigliati a un controvalore di poco superiore a 3,5 miliardi di euro. L’interesse degli operatori si è riversato sulla vicenda che ha visto condannati alcuni esponenti del mondo bancario, con Capitalia che tuttavia ha chiuso in rialzo dell’1,6%, mentre una modesta flessione è stata accusata da Bpi. Le incertezze su future operazioni da parte di Generali hanno frenato l’interesse sul titolo, che flette dello 0,5%. Giù ancora Alitalia (meno 1%), mentre non si arresta la corsa di Eurofly (più 4,9%). Giornata positiva per le ex municipalizzate, con Hera in rialzo del 3,5%, Aem Milano dell’1,4%, e Iride dell’1,3%. Trascurati gli energetici, dove Snam cresce dell’1,7% ed Enel migliora dello 0,5%. Boom di Finmeccanica (più 3,7%) per attese sui prossimi contratti all’estero. Per la prossima settimana sono previsti nuovi arrivi al listino: lunedi sarà la volta dei warrant Negri Bossi; per martedi è in arrivo la quotazione di Ascopiave, con un prezzo di partenza di 1,8 euro, nonché di Cobra, con partenza a 6,90 euro.