Bene la raccolta, utili in flessione

Mediolanum

Raccolta netta ancora positiva (196 milioni il risultato) nei primi tre mesi dell’anno per Mediolanum che ha però pagato dazio alla debacle subita dalle Borse internazionali dopo la crisi subprime. In particolare il gruppo guidato da Ennio Doris ha chiuso marzo con un utile netto di 31 milioni, il 49% in meno rispetto allo stesso periodo dell’anno prima. I risultati, approvati ieri dal cda, «sono stati condizionati dal pessimo andamento dei mercati finanziari nel trimestre». Soprattutto nei ricavi da commissioni (meno 27 milioni rispetto al 31 marzo 2007) e nel margine economico netto degli investimenti al fair value (meno 10 milioni rispetto a più 5.