Bene Saipem giù Finmeccanica

Piazza Affari termina in buon rialzo, sostenuta dalle banche. L’indice Ftse Mib è salito del 2,31%. Unicredit ha guadagnato il 7,34% e Intesa Sanpaolo il 5,06%. Mps avanza del 2,80%, Banco Popolare dell’1,73% e Mediobanca dell’1,37%. Bpm, che perde il 2,94% tra le incertezze per l’aumento di capitale, penalizzata dall’indicazione di Kepler che consiglia di ridurre il titolo in portafoglio. Si mettono invece in luce Saipem (+5,28%), con Stm (+4,13), Buzzi Unicem (+4,11%) e Tod’s (+3,98%). Per il Lingotto, Fiat Industrial avanza del 3,71%, mentre Fiat guadagna il 3,18%, in una seduta buona per tutto il comparto dell’auto in Europa. Arretra Finmeccanica del 2,87%: non si avvantaggia delle nuove commesse e viene penalizzata dalle dichiarazioni dell’amministratore delegato Giuseppe Orsi che ha escluso la cessione di Ansaldo Breda. Giù anche A2A (-1,43%), il cui consiglio di sorveglianza ha dato un nuovo via libera all’operazione su Edison/Edipower. Bene anche le Borse europee: Londra +1,15%, Parigi +1,38% e Francoforte +2,25%.