Benedetti: «In forse l’arbitrato tra Sanpaolo e la Cassa di Firenze»

da Milano

L’arbitrato fra l’ente Carifirenze, primo azionista della Cassa di Risparmio di Firenze con il 41%, e il Sanpaolo potrebbe non concludersi. Lo ha detto ieri il presidente della banca fiorentina Aureliano Benedetti. «L’arbitrato con Sanpaolo potrebbe non arrivare in fondo», ha detto Benedetti a margine di un convegno. L’ente contesta la validità dell’opzione che consente alla banca torinese, socio dell’istituto di credito fiorentino con il 19,1%, di acquistare un altro 11%. In merito poi alle notizie su trattative in corso con Bnp Paribas per la possibile cessione della partecipazione di Carifirenze in Findomestic, Benedetti ha detto che «su Findomestic ci sono dei problemi con Bnp Paribas. Loro hanno una call sull’1% che può essere esercitata solo in caso di radicali emergenze, ha aggiunto. Findomestic è controllata pariteticamente, al 50% dalla banca fiorentina e dai francesi. «Comunque non ci sarà un arbitrato, anche perché in genere i fiorentini gli arbitrati li vincono», ha concluso Benedetti.