Benedetto XVI «Chi crede rifiuti la cultura del diritto alla morte»

In un messaggio di saluto inviato ieri all’assemblea generale della Cei, il Papa esorta la Chiesa italiana a difendere la vita umana e in particolare a battersi contro i tentativi di trasformare la morte in un «diritto» o in uno «spettacolo». «In una cultura che tende a rimuovere il pensiero della morte, quando addirittura non cerca di esorcizzarla riducendola a spettacolo o trasformandola in un diritto, è compito dei credenti gettare su tale mistero la luce della rivelazione cristiana», scrive Benedetto XVI. I credenti - spiega - sono «certi che l’amore possa giungere fin nell’adilà, che sia possibile un vicendevole dare e ricevere, nel quale rimaniamo legati gli uni agli altri con vincoli di affetto».