Benedice la fusione Impregilo-Astaldi

Benetton

Una fusione di Impregilo con Astaldi «sarebbe una buona operazione, anche se non so dire se è sul tavolo». Lo ha detto Gilberto Benetton, presente in Impregilo attraverso Autostrade, uno degli azionisti della holding Igli. Una società di queste dimensioni «sarebbe utile - ha aggiunto - anche per andare all’estero». Attraverso Schema28, Benetton è anche uno dei principali soci di Infrastrutture e Sviluppo, a sua volta primo azionista singolo di Gemina, la società che controlla gli aeroporti di Roma. E in questa veste l’imprenditore ha accennato ai rapporti fra gli azionisti chiave di Gemina e Save, la società veneziana azionista di Gemina con l’11,5%. «Non c’è nessuna novità, stiamo facendo la nostra parte in Infrastrutture. Con Save non c’è nessun discorso in piedi», ha detto. Quanto poi alla possibilità di una salita di Infrastrutture in Gemina, Benetton ha ricordato che la finanziaria «non può avere più del 29% di Gemina».