Beneficenza «Run4MI» a New York: arrivano 72mila euro per i bimbi cardiopatici

Correre per aiutare chi ha bisogno. Correre scommettendo sui tempi di maratona di amici e parenti per raccogliere fondi da dedicare alla cura di quei 5 milioni di bimbi che soffrono di patologie cardiache congenite e, nei Paesi più poveri, non hanno praticamente speranza di vita. É ciò hanno fatto i milanesi di «Run4Mi» che il 2 novembre scorso hanno partecipato alla maratona di New York, correndo per passione ma soprattutto per sostenere l’Associazione Bambini Cardiopatici nel Mondo (wwww.bambinicardiopatici.it).
«La somma raccolta - ha dichiarato Giovanni Terzi, allora assessore allo Sport e promotore dell’iniziativa, oggi delegato alle Attività produttive - è di 72.620 euro. Un risultato importante». Tra le donazioni, gli «assegni benefici» con i quali familiari, amici e colleghi hanno «scommesso» sul proprio atleta in gara destinando una somma all l’associazione, e il progetto «Art4Mi» dove sono stati venduti al rialzo 25 cuori decorati da famosi artisti, pittori, grafici e designer. Quest’anno si replica: torneranno Terzi, il vicepresidente della Camera Maurizio Lupi, l’assessore lombardo all’istruzione Gianni Rossoni e Beppe Bergomi: «Ma è probabile una sorpesa - annuncia Terzi. Con noi al via potrebbe esserci anche Albano...vedremo».