La Benetton in appello perde altri tre punti E adesso è terz’ultima

Per la Benetton anche gli appelli costano cari: in prima istanza aveva preso 12 punti di penalizzazione, ma ieri la Corte federale del basket, presieduta da Paolo Ricciardi, ha aumentato il castigo a 15 punti, 3 soltanto sopra Reggio Emilia che già minacciava, ma lo farà ancora,di battersi perché al posto suo retrocedano i campioni d'Italia.
Sorpresa per tutti, anche per il fornaretto Andrea Cirelli, unico colpevole materiale del tentativo di frode nel tesseramento, fuori dal numero legale consentito di 18, di Lorbek e Cuccarolo, come dice la sentenza, che vede aumentare la squalifica da 2 a 3 anni e 4 mesi. Salva solo la coppa Italia.
Per i giocatori di Blatt un'altra grandinata prima di andare in campo. La scorsa settimana aspettarono il giorno della partita decisiva in Eurolega contro la Dynamo per dare una sentenza che già sembrava chiara, adesso ecco il carico prima della trasferta in campionato di questa sera a Udine(diretta Sky2, ore 20.30), anticipo della 25ª giornata che si completerà domani
Sulla Benetton la massima durezza, perché non si crede alla buona fede,perché sembra da duri e puri essere più granitici del calcio, sugli altri un occhietto inumidito, che vadano pure avanti a cambiare allenatori, giocatori.Il sistema preferisce così e la Benetton adesso non può sperare che alla camera conciliazione del Coni siano più indulgenti perché il messaggio del Foro è stato fin troppo chiaro.