Benetton cede Sword e guadagna 40 milioni

da Milano

La società 21 Investimenti, secondo quanto anticipato dall’agenzia Radiocor, ha ceduto la propria quota nella società informatica Sword Group realizzando una plusvalenza di circa 40 milioni. La cessione è avvenuta attraverso la controllata francese. La Merchant Bank Bryan, Garnier & Co, advisor di 21 Investimenti, ha collocato la partecipazione presso un pool di investitori istituzionali.
La partecipazione era detenuta dal gruppo attraverso il fondo 21 Development, primo azionista con una quota del 27,5%. Sword group, leader a livello internazionale nel segmento dell'enterprise content management, quotata all’Euronext di Parigi, negli ultimi 5 anni ha visto il giro d’affari passare da circa 10 milioni a oltre 100 milioni, mentre l’ebit è salito a 16 milioni (da 1,5 milioni) e l’utile netto a 9,7 milioni (da 0,2 milioni). Il presidente di 21 Investimenti, Alessandro Benetton, ha sottolineato che «il percorso svolto dal gruppo Sword è un esempio tangibile di come un fondo d’investimento che risponde alle esigenze dell’impresa possa aiutarla a crescere e ad affermarsi nel mondo». Sempre ieri l’assemblea degli azionisti di Edizione Holding, la finanziaria della famiglia Benetton, presieduta da Gilberto Benetton, ha nominato Paolo Baratta e Fabio Cerchiai nuovi consiglieri di amministrazione indipendenti.