Benetton in controtendenza

La crisi dei mutui subprime che ha investito Wall Street e, di riflesso, anche le Borse europee, ha nuovamente penalizzato Piazza Affari. La flessione degli indici è intorno al 2,5%, con una punta fino al 3,2% per il Midex, con scambi che non hanno raggiunto i 6 miliardi di controvalore. La flessione comprende lo stacco di una serie di dividendi, tra cui Enel, Prysmian, Tenaris e Mediobanca, per lo 0,3% della capitalizzazione complessiva. Perdite superiori alla media nel comparto bancario, con Mediobanca in ribasso del 7,1% (dopo lo stacco del dividendo), PopMilano (meno 5,7%); tra gli assicurativi Mediolanum e Unipol arretrano di oltre il 4%. Giù Fiat, a 18,5, e Tiscali (meno 5,3%), mentre in positivo Telecom (più 0,4%) in attesa di novità sul nuovo vertice del gruppo. In controtendenza anche Benetton che ha guadagnato il 3,7 per cento.