Benetton: ricavi e utile in calo, ma obiettivi 2005 confermati

da Milano

Benetton ha chiuso il primo semestre con un utile netto di 63 milioni di euro dai precedenti 69 milioni, in calo del 10%. I ricavi si attestano a 842 milioni da 860 milioni del corrispondente periodo del 2004. Gli investimenti netti del gruppo ammontano a 39 milioni rispetto ai 29 milioni dei primi sei mesi del 2004, per la maggior parte dedicati alla rete commerciale. Il free cash flow della gestione corrente è positivo per 72 milioni (43 milioni non includendo la vendita di 29 milioni di euro di titoli), in miglioramento rispetto a quota 32 milioni.
L’indebitamento netto è pari a 475 milioni di euro da 568 milioni al 30 giugno 2004 e dai 441 milioni di fine 2004. La variazione rispetto a fine anno, secondo una nota della società, è dovuta oltre che alla normale ciclicità del capitale di funzionamento, agli investimenti effettuati e ai dividendi distribuiti.
In una conferenza con gli analisti il gruppo Benetton ha poi confermato le stime riguardo ai risultati del 2005, già comunicate nello scorso marzo, e relative a un fatturato compreso tra 1,62 e 1,65 miliardi e un utile netto pari al 6% del fatturato. Lo ha detto lo stesso amministratore delegato del gruppo Silvano Cassano. Nel 2004 il fatturato è stato pari a 1,686 miliardi e il risultato netto pari al 7,3 per cento.
I risultati, pur in calo sia nei ricavi, sia nei profitti, hanno sorpreso in positivo il mercato, che ha apprezzato la conferma dei target 2005. Le azioni Benetton si sono distinte in Borsa, muovendosi in vistosa controtendenza rispetto al mercato che ieri era in calo. Il titolo di Ponzano Veneto ha chiuso in rialzo del 4,30%, trattato 8,8 euro dopo un picco massimo a 8,9.