Dopo Benigni Dante va a ruba

Benigni legge Dante e intanto la Divina Commedia, almeno a Firenze, va a ruba. In occasione della grande lettura pubblica del comico toscano in luglio sono triplicate le vendite del classico dei classici. Sono molto apprezzate anche le Carte da pareti, piccoli poster con i singoli canti messi in commercio dall’editore senese Francesco Sforza. «Una volta stampati tutti i canti - commenta Sforza - la mia sarà la più grande Divina Commedia mai realizzata, visto che coprirà una superficie di 17 metri quadrati».