Benitez gioca al telecronista Salta il matrimonio con la Samp

Tutto finito prima di nascere tra Rafa Benitez e la Samp: la trattativa si interrompe, e a questo punto pare proprio definitivamente, in serata, dopo che il tecnico spagnolo ha rifiutato l’offerta della Sampdoria per un contratto triennale.
Il vertice mancato sotto l’Eiffel Ieri doveva esserci un incontro - attesissimo anche dai tifosi blucerchiati - a Parigi tra la dirigenza blucerchiata e l'allenatore che si trovava nella capitale francese per commentare la partita degli Europei Spagna-Portogallo. Il vertice però non c'è stato e Benitez ha continuato a lanciare segnali negativi sulla disponibilità ad aderire alla proposta della società blucerchiata.
Ritorna, pertanto, attuale l'ipotesi del francese, ex juventino, Deschamps che ha rotto con l'Olympique Marsiglia ed era la prima alternativa a Benitez. Deschamps però ha una clausola rescissoria di 3 milioni di euro.
Iachini sfoglia la margherita Mentre i dirigenti blucerchiati aspettavano una risposta dal tecnico spagnolo, Beppe Iachini attendeva notizie sul suo futuro.
«Finora non ho sentito nessuno della Sampdoria. Immagino che nei prossimi giorni dovremo sentirci. A me non è stato ancora comunicato che non rientro più nei piani della società.- precisa il tecnico marchigiano-. Ad oggi, per contratto, il tecnico dei blucerchiati sono ancora io. Altro non so. Aspetto che mi chiamino, poi vedremo cosa succede».
Iachini, comunque, non ha nulla da rimproverarsi. E rilancia: «Io ho fatto tutto quello che era nelle mie possibilità. Ho riportato la squadra in Serie A, ho valorizzato i giovani, più di questo non potevo fare. So soltanto che ho lavorato bene alla Sampdoria e che per contratto io sono ancora il tecnico dei doriani, perché il contratto si rinnovava automaticamente col ritorno in Serie A. Nei prossimi giorni spero di parlare con la società. So che stanno valutando altre opzioni...».
Il mercato blucerchiato Intanto proseguono le manovre di mercato sia per la Sampdoria, sia per il Genoa.
La dirigenza della Sampdoria sta per rilevare dal Cesena la metà del cartellino di Marko Livaja, attaccante croato classe 1993, che nell'ultima stagione ha giocato nella Primavera dell'Inter. Il club nerazzurro possiede l'altra metà del cartellino.
Volta piace al Brescia, mentre Piovaccari potrebbe finire al Novara in cambio di Gonzalez.
Sul fronte rossoblù Pietro Lo Monaco aspetta di incassare i soldi dalla cessione di Veloso in Ucraina (8 milioni di euro) per chiudere alcune operazioni già impostate da tempo. «Abbiamo un accordo con la Dinamo Kiev per Miguel Veloso - ha detto il direttore generale rossoblù a Tele Radio Stereo -. È una situazione avviata al buon esito, siamo d'accordo con il club ucraino, deve arrivare l'ok del calciatore. La Dinamo attende di definire con il nostro centrocampista i dettagli, ma i suoi rappresentanti hanno già avviato la trattativa».
Una volta definita la cessione di Veloso alla Dinamo, il Genoa potrà annunciare i primi colpi di mercato, in difesa e in attacco. Le piste più calde sono quelle che portano a Matias Martinez, difensore argentino di 24 anni che gioca nel Racing Avellaneda, e a Julian Alberto Velazquez, classe 1990, difensore centrale dell'Independiente. «Con il Sud America stiamo valutando delle situazioni che nei prossimi giorni potrebbero permetterci di annunciare alcune operazioni», spiega Lo Monaco. Una di queste riguarda Juan Manuel Martinez, seconda punta del Velez che avrebbe già l'accordo con il Genoa.
Restano alcuni dettagli da sistemare con il club argentino. Lo Monaco è tornato a parlare del futuro di Mattia Destro. «Le grandi squadre hanno effettuato sondaggi, ma sempre con l'intenzione di inserire contropartite tecniche nell'operazione. Sia noi che il Siena, se decidessimo di vendere Destro, non abbiamo intenzione di avere in cambio soldi e calciatori. Il Genoa ha un numero elevato di elementi presenti in rosa. Non abbiamo esigenze tecniche».
Merkel, infine, non si muoverà da Genova: «Lo abbiamo riscattato e rimarrà al Genoa. La nostra intenzione è di valorizzarlo tenendolo con noi la prossima stagione», sostiene Lo Monaco. Intanto l’estremo difensore Perin è pronto a tornare al Genoa: «Sono davvero contento. È la squadra in cui sono cresciuto e che ha sempre creduto in me».