Bennati bis nel mesto sprint dei Campi Elisi

Il Tour dei disastri del doping e delle polemiche si chiude col sorriso di un italiano: Daniele Bennati si aggiudica l’ultima tappa (146 km in 3h51’01’’, media 37,91 km/h), sul traguardo di Parigi.
Il 26enne della Lampre ha battuto in volata il norvegese Husvold ed il tedesco Zabel, centrando il secondo successo personale in questo Tour, dopo quello della 17ª tappa.
Tirando le somme di casa nostra e aggiungendo il trionfo di Pozzato nella 5ª tappa al doppio urlo di Bennati, non ci resta che accontentarci di un primato di poco conto: assieme al Belgio, l’Italia è l’unico Paese ad aver conquistato tre tappe in questo Tour. Totale assenza, invece, nei vertici della classifica. Nessuna sorpresa, comunque: la spedizione azzurra si era presentata ai nastri di partenza priva di uomini-classifica.