Benvenuti nella «gioielleria di Dio»

Fino al 19 marzo pitture, sculture e arredi sacri provenienti da settecento chiese

Francesca Scapinelli

In qualità di rappresentante del Fondo edifici di culto, è stato il ministro degli Interni Giuseppe Pisanu a inaugurare, la scorsa settimana, la mostra «La gioielleria di Dio. Il patrimonio artistico del Fec», presso l’abbazia di Santa Croce in Gerusalemme. Fino al 19 marzo, nella Cappella dei Reliquiari e nell’Antica Sacrestia dell’abbazia sono esposti pitture, sculture, paramenti e arredi sacri, provenienti dalle chiese di proprietà del Fondo amministrato dal Viminale (oltre settecento in tutta Italia).
Tra le opere in mostra, anche capolavori di Bernini, Caravaggio, Guido Reni. È di Bernini, per esempio, la scultura in marmo bianco di Carrara del Salvator mundi, conservata nella basilica di San Sebastiano fuori le mura e visibile per la prima volta dopo il restauro. Dell’ideatore del colonnato di San Pietro e massimo esponente del Barocco romano, è anche il ciborio che racchiude l’altare maggiore della chiesa dei santi Domenico e Sisto, straordinaria composizione di marmi misti, pietre dure, lapislazzuli e bronzo dorato, così come è di Bernini il quadro che rappresenta la Decapitazione di Sant’Agapito, in origine collocato nella chiesa di Sant’Antonio Abate di Palestrina. Dalla chiesa di San Marcello al Corso proviene invece il Crocifisso attribuito al pittore fiammingo Van Dyck. Da Santa Maria della Concezione ai Cappuccini (in via Veneto) e San Pietro apostolo (a Carpineto Romano) arrivano due tele in cui Caravaggio raffigurò San Francesco in meditazione, rispettivamente copia e originale. Non si possono passare sotto silenzio, poi, il busto in argento, bronzo dorato e lapislazzuli datato 1643, «prestato» alla mostra dalla chiesa di San Filippo Neri, e i completi liturgici settecenteschi in seta e oro, dalla chiesa dei santi Cosma e Damiano. Infine, per far conoscere il suo patrimonio artistico e architettonico, il Fondo si sono tenute nel fine settimana appena trascorso le visite guidate in alcuni tra le più significative chiese. Nella Capitale le visite guidate si sono tenute nella basilica dei Santi Giovanni e Paolo al Celio e nelle chiese di Santa Francesca Romana, Santa Maria del Popolo, Santa Maria in Aracoeli in Campidoglio e San Sebastiano. Orari mostra: tutti i giorni 9-13 e 14-19. Ingresso gratuito.