Benzina e gasolio continuano a volare

Ondata di rincari: la benzina vola a
1,472 euro al litro, il gasolio a 1,455. I consumatori: interventi immediati. Sulla rete "Autostrade per l'Italia" ogni domenica sconti di 5,6 centesimi

Milano - Nuovi record storici per i prezzi dei carburanti in Italia. La benzina è volata da questa mattina a 1,472 euro al litro mentre il gasolio ha raggiunto quota 1,455 euro al litro. A spingere la volata dei prezzi sui nuovi massimi è stata - secondo le rilevazioni di Quotidiano Energia - l’Agip che ha rivisto i propri listini aumentando di 2,5 centesimi al litro verde e diesel. Ondata di rincari anche per molti degli altri marchi presenti sulla rete italiana.

I consumatori: "Subito interventi" "Il costo dei carburanti è un problema da affrontare in tempi rapidissimi. Questi livelli di prezzi, oltre ad impoverire le tasche degli automobilisti, comportano una ricaduta molto grave nella determinazione dei prezzi dei beni di largo consumo trasportati su gomma". È quanto sottolineano, in una nota, Adusbef e Federconsumatori commentando il nuovo record dei prezzi dei carburanti. "Solo nell’ultimo mese, l’incremento di 10 centesimi per litro di carburante avrà ripercussioni notevoli, non solo per il pieno, che subirà rincari di 10 euro al mese e di 120 euro all’anno, ma anche per l’inflazione, con un incremento di 0,3 punti, pari a un aumento della spesa per i cittadini di 90 euro annui".

Le ricadute per i singoli automobilisti, che hanno un consumo di 1.200 litri all’anno, pari a 2 pieni al mese, è così aumentato, solo per costi diretti, di 216 euro per la benzina e 348 euro per il gasolio. Adusbef e Federconsumatori tornano a chiedere la liberalizzazione del settore, anche aprendo alla grande distribuzione, investimenti per estendere il consumo di Gpl, l’introduzione dell’accisa mobile, per neutralizzare gli effetti dell’aumento della tassazione Iva, controlli e sanzioni per "evitare speculazioni sul versante della doppia velocità dei prezzi, sul cambio euro-dollaro e sul differenziale tra il costo di produzione dei carburanti a livello italiano e quello a livello europeo".

Sconti sulle autostrade Sconti di almeno 5,6 centesimi di euro al litro per tutte le domeniche a partire dall’11 maggio e fino al 6 luglio sulla rete di Autostrade per l’Italia. Torna anche quest’anno l’iniziativa "Fai il pieno per la settimana". Per chi farà rifornimento nelle isole "self service" o "fai da te" delle aree di servizio presenti sulla sola rete di Autostrade per l’Italia la domenica dalle 6 alle 22 sarà riservato, per quasi due mesi, un ulteriore sconto di almeno 5,6 centesimi di euro per litro rispetto al prezzo praticato da ogni singolo gestore o compagnia petrolifera nella modalità servito. Per i possessori di Telepass Premium - precisa una nota di Autostrade - lo sconto potrà arrivare fino a 8 centesimi. L’iniziativa riguarderà tutte le società petrolifere presenti sulle 210 aree di servizio della rete Autostrade per l’Italia (Agip, Api, Erg, Esso, Shell, Som, Tamoil e Total).