Benzina a quota 1,4 Codacons: stangata da 150 euro a testa

I prezzi dei carburanti, spinti dalla ripresa delle quotazioni del petrolio, tornano a schizzare verso l'alto. Per la benzina vicino il record storico toccato nel luglio 2006, il diesel a 1,320 euro al litro

Milano - I prezzi dei carburanti, spinti dalla ripresa delle quotazioni del petrolio, tornano a schizzare all’insù. Con la benzina che vola ad un soffio da 1,4 euro al litro (1,399 euro da stamattina nei distributori Agip), segnando i massimi da oltre 1 anno e mezzo, vicinissima al record storico di 1,409 euro toccato nel luglio 2006. In volata anche il diesel che - secondo quanto si apprende da fonti di settore - oggi è salito a 1,320 euro al litro, ad un passo dal massimo di sempre di 1,327 euro toccato a inizio anno.

Complice la nuova fiammata dei prezzi del greggio sui mercati internazionali con il barile oggi a 97 dollari, i prezzi dei carburanti hanno ripreso così la loro corsa portandosi su nuovi massimi. Oltre all’Agip da oggi hanno rimesso mano ai propri listini di vendita consigliati ai gestori per i rifornimenti "serviti" molte delle principali compagnie petrolifere. Anche Api-Ip ha rivisto al rialzo di 1 centesimo la benzina e di 1,6 centesimi il gasolio portandoli, rispettivamente, a quota 1,392 euro al litro e a quota 1,308 euro. Aumenti intorno a 1 centesimo al litro - secondo le prime indicazioni di mercato - sarebbero scattati anche negli impianti della Erg, della Esso e della Tamoil. Con il risultato che negli impianti Agip un litro di benzina a si porta così sopra le 2.700 lire del vecchio conio mentre il diesel il prezzo supera le 2.550 euro al litro. Una nuova raffica di aumenti che nelle tasche degli automobilisti rischia di pesare in maniera consistente: per un pieno di un auto di medio-alta cilindrata un pieno costa infatti 1,5 euro in più rispetto all’inizio di febbraio con un rincaro di circa 3 centesimi al litro nelle ultime settimane.

Prendendo come riferimento il marchio leader del mercato per un rifornimento completo di gasolio l’aggravio nel giro dell’ultimo mese è invece ancora più consistente: quasi 2 euro in più con il diesel che nelle ultime settimane ha guadagnato circa 4 centesimi al litro. I carburanti registrano così, nel giro dell’ultimo anno, un passo di aumento ben più veloce dell’inflazione: per la benzina (1,213 euro al litro nel febbraio 2007) si registra infatti un rincaro di circa il 15%.

Un tasso di oltre 5 volte più alto dell’inflazione che a gennaio è stimata nel 2,9%. Ancora più forte la corsa del diesel: per un litro di gasolio un anno fa erano necessari 1,098 euro al litro contro gli attuali 1,320 euro. Il carburante mette quindi a segno un aumento intorno al 20%, pari ad oltre 6 volte il tasso del carovita. Aumenti che per gli automobilisti si traducono in un aumento di quasi 10 euro a pieno per la benzina e di oltre 11 euro per ogni rifornimento completo di gasolio.

Codacons: "150 euro in più a famiglia" "Il record del petrolio si tradurrà in una mazzata pari a circa 150 euro a famiglia solo per la voce carburanti". È quanto afferma il presidente del Codacons, Carlo Rienzi, commentando i nuovi rincari dei prezzi dei carburanti.