Benzina si fa con la spina e a basso costo C’è chi vuol lanciare il due ruote elettrico

«Non vi è ragione di continuare a fare rumore e a inquinare l'aria che respiriamo». Parla chiaro Walter Pilloni presidente di Ecomission, ramo d'azienda di Dreamcars, impegnato da tempo nel difendere il tema della mobilità sostenibile. Non solo con le parole, ma anche con i fatti. E i fatti si chiamano: colonnine di ricarica per i veicoli elettrici che fanno la loro comparsa anche a Genova. Distributori di energia elettrica, da collocare in diversi punti della città, tali da permettere a chi arriva con veicoli elettrici di collegare la spina all'impianto, per ricaricare le batterie del proprio mezzo elettrico.
«La diffusione dei punti di ricarica darà la scossa al mercato - dice Pilloni-. Oggi la sensibilità per l'ambiente si è molto rafforzata, e le persone che ci contattano dichiarano di volersi muovere in città senza inquinare, sottolineando anche, che le infrastrutture sono inesistenti. Da oggi non è più così, per i curiosi segnaliamo che, allo stand B 31 del padiglione S della Fiera Primavera, sono esposte le colonnine multiutenza per i veicoli elettrici».
A sentire il presidente di Ecomission, la soluzione sul tema della mobilità sostenibile è a portata di mano, sarebbe infatti sufficiente che le amministrazioni pubbliche investissero pochi «spiccioli» per acquistare e posizionare alcune di queste colonnine, utilizzandole poi come veicolo pubblicitario per fare rientrare l'investimento. Tesi rafforzata anche del fatto, che entro il 2010, si prevede che saranno immesse sul mercato europeo diverse citycar elettriche: la B.Zero di Pininfarina, la Smart della Mercedes, la Volt della G.M e la stessa Ecocar Elettra distribuita dalla Dreamcars. «Mai come in questo periodo il veicolo elettrico ha suscitato tanto interesse, e lo stimolo ad investire in veicoli alimentati a batteria ha immediatamente avuto ampio seguito -aggiunge ancora Pilloni-. Nel futuro quindi ci abitueremo a fare rifornimento di “energia pulita” grazie all'ausilio di questi distributori. E grazie a questo progetto, Genova potrebbe candidarsi a diventare una città modello, oltre che un centro di eccellenza per lo sviluppo delle tecnologie impiegate nella mobilità sostenibile. La curiosità è dunque tanta». La stessa curiosità che spinge oggi il senatore del Pdl Enrico Musso a visitare alle 13 lo stand delle colonnine di ricarica alla Fiera Primavera. «Il senatore può considerarsi un anticipatore, perché è già da tempo che "viaggia" in città con una bicicletta a pedalata assistita» conclude Pilloni.