Benzina: la truffa delle pompe truccate

Migliaia di automobilisti truffati, interi condominii riforniti di gasolio inesistente: la Procura ha chiesto il rinvio a giudizio della banda, guidata da due milanesi, che per anni si è arricchita fingendo di proporre carburanti a prezzi superfavorevoli.
In realtà le colonnine dei quattro distributori di benzina - tre a Milano, uno a Casteggio - erano truccati. E nelle caldaie dei palazzi veniva pompato meno gasolio di quello che appariva sulle bolle, con la complicità dei caldaisti. Trentacinque gli imputati, il traffico superava gli otto milioni i litri di carburante.