Benzinai, sciopero confermato: 6, 7 e 8 giugno

I gestori degli impianti di benzina
confermano lo stop. Il ministro Bersani: "Mi auguro che ci sia ancora spazio per una riflessione con i gestori". Il Codacons: "Consumatori in ostaggio"

Roma - I gestori degli impianti di benzina confermano lo stop del 6,7 e 8 giugno dopo che si è concluso con un nulla di fatto l’incontro al Ministero. I distributori sulla rete stradale con servizio saranno chiusi dalle 19:30 del 5 alle 7 del 9 giugno (mentre il self service sarà attivo già dalle 19:30 di venerdì 8). Sulle autostrade lo stop durerà dalle 22 del 5 alle 22 dell’8 giugno. Il ministro Bersani: "Mi auguro che ci sia ancora spazio per una riflessione con i gestori", anche perché "le norme non sono di portata tale da giustificare un disagio così grande per i cittadini come quello deciso". Così il ministro per lo Sviluppo Economico Pierluigi Bersani risponde ai cronisti che gli chiedono di commentare il via libera della Camera dei deputati al primo articolo del disegno di legge sulle liberalizzazioni, che riguarda le norme sui benzinai, nonostante lo sciopero annunciato da parte della categoria per i primi di giugno. "Siamo sempre disponibili a discutere - dice infatti Bersani - su elementi che possono essere perfezionati", fermo restando "la nostra posizione di fondo», che, spiega il ministro, punta al «superamento dei vincoli di distanza e di altre paratie burocratiche".

Codacons: "Consumatori in ostaggio" "Lo sciopero confermato oggi dai distributori è assurdo e a pagare le spese della protesta saranno come sempre gli utenti, presi in ostaggio dalle varie categorie". È quanto afferma, in una nota, il Codacons commentando la conferma dello sciopero dei benzinai e annunciando un’azione di boicottaggio. "La serrata - afferma Carlo Rienzi, presidente del Codacons - non otterrà alcun appoggio da parte dei cittadini, perché la protesta è sbagliata nella forma e nella sostanza. Al contrario, annunciamo fin da ora azioni di ritorsione contro i gestori, a cominciare da un boicottaggio nazionale dei distributori da mettere in campo su tutto il territorio dopo l’attuazione dei tre giorni di sciopero da parte dei benzinai".