Berardi in lista con la Destra sociale

Dopo tante battaglie per difendere la memoria del padre, il maresciallo di polizia Rosario Berardi, assassinato a Torino dalle Brigate rosse il 10 marzo 1978, un giorno prima che testimoniasse a un maxi-processo contro le Br, il figlio Bruno Berardi (nella foto) scende in campo e si candida alla Provincia di Torino con la Destra sociale-Fiamma tricolore. Presidente dell’associazione «Domus civitas, vittime del terrorismo» Berardi non è nuovo a iniziative plateali che difendono la memoria di coloro che sono stati colpiti dal terrorismo e hanno perso affetti familiari e come se non bastasse e come spesso accade, sono stati dimenticati dalle istituzioni e nel tempo anche beffati dagli ex terroristi che ricordano, in modo fin troppo asettico, gli anni di piombo.