«Bere spumante 2007», viaggio nelle bollicine

Esce al momento giusto la quinta edizione della guida «Bere Spumante 2007» edita da Cucina & Vini. Il Natale che si avvicina è, infatti, il periodo di massimo consumo dei vini con le bollicine. Purtroppo, verrebbe anche da dire: perché molti spumanti italiani meriterebbero un’attenzione lunga tutto l’anno, per la loro capacità di sostenere un pasto dall’antipasto al secondo (il dolce no, per carità, a meno che non sia un Moscato d’Asti) e per la loro struttura. Ed è proprio questo lo scopo del volume (20 euro), che traccia una radiografia integrale della produzione spumantistica italiana. «Vini come il Franciacorta, il Prosecco di Conegliano Valdobbiadene o il Trento – afferma Francesco D’Agostino, curatore della guida – vengono riconosciuti anche oltre i confini nazionali proprio per la loro personalità. Si aggiunge a questo che negli ultimi anni abbiamo registrato un notevole incremento del numero di etichette di qualità, in un quadro complessivo che segna la crescita dei territori e garantisce una scelta molto più articolata al consumo». Tra le 479 etichette selezionate spicca un gruppo di 45 bollicine rosate. Sedici le etichette premiate con le «cinque sfere», massimo punteggio in guida: 7 per la Lombardia (tutti Franciacorta), 4 per il Trentino, 7 per la Lombardia, 3 per il Veneto (tutte da Valdobbiadene), uno per Piemonte e Veneto. Con un «salvadanaio» sono contrassegnati i vini particolarmente convenienti. Anche quest’anno il panel di degustatori non ha dimenticato le emozioni, nominando il Franciacorta Cuvée Annamaria Clementi Brut 1999 Vino dell’emozione 2007.