Bergamo, contro la Lega volantini Ds in dialetto

Singolare protesta verso l’ostruzionismo lumbard contrario alla revisione dei servizi per l’infanzia

da Bergamo

La Lega «fa ostruzionismo contro la modifica di regolamento dei servizi per i minori» al Comune di Bergamo, e i Ds hanno deciso di distribuire per le vie cittadine un volantino per spiegare la posizione del partito sulla vicenda. Con un particolare: sarà fornita «una versione in bergamasco per far capire anche ai padani Doc l’importanza delle politiche per la famiglia e l’allargamento delle opportunità per le giovani coppie».
L’iniziativa - spiega una nota firmata dal segretario cittadino dei Ds, Matteo Rossi - si concluderà domani alle 17.30 con un piccolo presidio e un volantinaggio sotto Palafrizzoni, prima del Consiglio comunale.
«I 300 emendamenti leghisti volti a ostacolare l’approvazione della revisione del regolamento comunale per i servizi all’infanzia appaiono strumentali e assolutamente penalizzanti - viene scritto nelle due versioni italiana e bergamasca del volantino - per decine di giovani coppie possibili utenti del servizio. Vorrebbero discriminare chi viene dal Senegal, otterrebbero di farlo con chi arriva da Torre Boldone». Resta una considerazione: molti bergamaschi sono rimasti stupiti dal fatto che per comunicare i diessini abbiano scelto di usare il dialetto, «copiando» una delle caratteristiche della Lega più criticate dalla sinistra.

Annunci

Altri articoli