Bergamo mette l’arte in mostra

Da quattro anni è diventato un appuntamento di successo e una tra le maggiori manifestazioni dedicate all'arte moderna e contemporanea: Bergamo Arte Fiera, in programma da oggi a lunedì 14 gennaio negli spazi della Fiera Nuova bergamasca (orari 10-20 da oggi a domenica, 10-14 lunedì; ingresso 10 ), è infatti un evento d'arte a 360 gradi dove sono riuniti dall'antico al moderno al contemporaneo, dalla pittura alle arti decorative, dalla scultura alle installazioni, dalle mostre culturali a quelle di mercato, oltre a essere un'occasione per comprendere le tendenze artistiche della produzione contemporanea, gli orientamenti del collezionismo e il reale polso del mercato.
Alla manifestazione partecipano circa 120 gallerie d'arte provenienti da tutta Italia che propongono le loro collezioni con le ultime acquisizioni, garantendo sempre un'alta qualità delle opere sia di artisti noti che di quelli meno conosciuti. L'allestimento si presenta come un insieme armonico, senza divisioni in settori, in cui le tematiche forniscono diverse opportunità per confrontare le molteplici anime dell'arte del Novecento e della produzione attuale.
In contemporanea è allestita una mostra collaterale, vera e propria esposizione a carattere museale, dal titolo "Arte 70: Pittura Analitica Italiana" che presenta venticinque opere, tutte di grandi dimensioni e tutte degli anni in cui il movimento ebbe la sua origine e il suo culmine; tra gli artisti presenti, Giorgio Griffa, Valentino Vago, Rodolfo Aricò, Paolo Cotani, Carlo Battaglia, Claudio Verna, Gianfranco Zappettino, Vittorio Matino, Enzo Cacciola, Riccardo Guarneri, Claudio Olivieri, Mario Raciti, Pino Pinelli.