Bergamo, torna l'incubo dei sassi dal cavalcavia. Colpite due auto

Colpita ieri sera l'auto del direttore d'orchestra Santori. L'incidente sulla provinciale da Travagliato a Ospitaletto: spavento per la moglie, ma ferite lievi. Colpita anche un'altra macchina

Bergamo - Stavano rincasando dal concerto quando la loro auto è stata colpita da un sasso lanciato da un cavalcavia. Una disavventura che per fortuna non ha avuto gravi conseguenze per il direttore d’orchestra bergamasco Bruno Santori, 49 anni (da tempo collaboratore dei Nomadi, che ha diretto anche a Sanremo) e per sua moglie Patrizia Legler, 45. La coppia aveva appena assistito a un concerto dei Nomadi nel Bresciano, sono usciti prima della fine per evitare il traffico e stava tornando verso la sua casa di Ponte San Pietro sulla loro Peugeot 1007. Improvvisamente, nei pressi dell’imbocco della strada provinciale 19 Travagliato-Ospitaletto la donna ha lanciato un grido e si è piegata in avanti.

Spavento Il marito è riuscito ad accostare senza perdere il controllo della vettura. E ha scoperto che un sasso, delle dimensioni di un pugno aveva sfondato il parabrezza della Peugeot sul lato del passeggero e aveva colpito la moglie. Per fortuna Patrizia Legler era stata colpito solo di striscio a una spalla. Nei pressi c’era un giovane bresciano che era nella sua stessa situazione: era appena sceso dalla sua Audi A3, illeso ma in stato di choc, perché l’auto era stata centrata da un sasso lanciato da un cavalcavia. Santori ha avvisato i Nomadi, che in chiusura di concerto hanno messo in guardia il pubblico di evitare la provinciale 19.