A Bergamoscienza anche il fondatore di Wikipedia, Jimbo Wales

A Bergamo dal 3 al 18 ottobre: 16 giorni di divulgazione scientifica<br />
Con oltre 100 eventi e ospiti internazionali

Il 3 ottobre si aprirà la VII edizione di BergamoScienza, rassegna di divulgazione scientifica, in programma a Bergamo fino al 18 ottobre 2009.
Conferenze, tavole rotonde, mostre, laboratori interattivi, spettacoli, competizioni e giochi con personalità importanti del mondo scientifico e culturale internazionale animeranno la città per 16 giornate.
BergamoScienza da sempre chiama a raccolta prestigiosi nomi della ricerca scientifica, tra i quali numerosi Nobel. Quest'anno ospita Aaron Ciechanover (Premio Nobel per la Chimica, 2004), John F. Nash (Premio Nobel per l'Economia, 1994), Daniel Bosia, Mark Buchanan, Santiago Kraiselburd, Robert Perlman, Steve Rayner, Aldo Rustichini e Jimmy (Jimbo) Wales.
Bergamo si riconferma "capitale della scienza", grazie agli ospiti eccellenti e alle numerose presenze registrate (oltre 72mila nel 2008) con più di 100 eventi aperti gratuitamente al pubblico che si snodano nei luoghi più belli della città. Tra questi, il Teatro Sociale, gioiello dell'architettura ottocentesca recentemente restaurato, che quest'anno ospiterà molte conferenze.
La manifestazione si svolgerà anche in palazzi e dimore storiche, chiese, chiostri, teatri, musei, scuole e Università di Città Alta e Città Bassa, ma anche fuori porta a Brembate Sopra, Milano, Treviglio, Stezzano e nei Comuni del Sistema Bibliotecario Seriate Laghi.
BergamoScienza sarà inaugurata con la presentazione ufficiale del programma sabato 3 ottobre alle ore 17 presso la Borsa Merci (su invito) e proseguirà con il concerto jazz del Bobo Stenson Trio alle ore 20 al Teatro Donizetti (aperto al pubblico).
Gran finale in Piazza Matteotti. Torna "La notte della scienza" condotta da Max Laudadio, che lo scorso anno ha ottenuto uno strepitoso successo di pubblico. Musica e intrattenimento per un'incursione semi-seria nel mondo della scienza. Sul palco alcuni tra i più noti filosofi e scienziati italiani affiancati da inviati speciali de Le Iene.
PROGRAMMA
Il programma 2009 presenta una continuità mai sperimentata, sono infatti previsti eventi per tutti i giorni e le sere della settimana.
Saranno gli astrofisici Marcello Coradini (ESA) ed Enrico Flamini (Agenzia Spaziale Italiana) che ripercorreranno l'avventura che l'uomo compì sulla Luna 40 anni fa, ad aprire il 4 ottobre il ciclo di 34 conferenze che si concluderà il 18 ottobre due incontri speciali, quello con Jimmy (Jimbo) Wales, fondatore della libera enciclopedia "universale" online Wikipedia e quello con il pilota Alex Zanardi, che parlerà di protesi per vivere e per guidare.
CONFERENZE
Tre i temi portanti delle conferenze per questa edizione: lo spazio, l'evoluzione e l'entropia. Non mancheranno altri argomenti di forte attualità: dall'economia alla tecnologia, dalla matematica al mondo animale e alle terapie cellulari, dal rapporto scienza e fede a quello tra scienza e politica, dalle neuroscienze alla fisica e all'architettura.
Due i Premi Nobel presenti, il matematico John F. Nash, (Nobel per l'Economia, 1994) che tratterà la "Teoria dei Giochi" matematici cooperativi e Aaron Ciechanover (Nobel per la Chimica, 2004) che ci rivelerà come la distruzione delle proteine di una cellula sia la base del perpetuarsi della nostra vita biologica.
Nel bicentenario della nascita di Charles Darwin e a 150 anni dalla pubblicazione della sua "Sull'Origine delle Specie", il neurobiologo Robert Perlman, dell'University of Chicago e Francesco Colotta del Nerviano Medical Science, spiegheranno quali effetti ha avuto la teoria darwiniana sulle varie espressioni della vita umana.
Con Steve Rayner dell'Institute for Science, Innovation and Society dell'Università di Oxford si affronterà la questione dei rapporti tra la comunità scientifica internazionale e il mondo politico, in relazione ai cambiamenti climatici e ambientali del pianeta.
I modelli matematici e le intuizioni della quantistica applicati al comportamento umano saranno indagati dal fisico e scrittore anglosassone Mark Buchanan, alla luce di una nuova "fisica sociale". Aldo Rustichini del Department of Economics University of Minnesota ci aiuterà a capire come prendiamo le nostre decisioni. Il direttore esecutivo del Zaragoza International Centre, esperto in logistica umanitaria, Santiago Kraiselburd, spiegherà come modelli e algoritmi utilizzati per gestire un'azienda possano essere applicati per fornire aiuti e farmaci ai paesi in via di sviluppo.
L'architetto Daniel Bosia, dell'ARUP di Londra, la società di ingegneria più grande del mondo, ci svelerà il rapporto tra matematica e architettura.
Jimmy (Jimbo) Wales, il fondatore di Wikipedia, racconterà lo sforzo per creare e distribuire un'enciclopedia libera della più alta qualità possibile ad ogni singola persona del pianeta nella sua propria lingua.
Tra i prestigiosi nomi italiani, il giornalista e scrittore Marco Malaspina analizzerà un argomento molto curioso mettendosi sulle tracce dei molteplici riferimenti scientifici contenuti nel celebre cartoon I Simpson.
Con una conferenza e una mostra si parlerà di alcune frontiere della nuova medicina: il trapianto di organi, di cui si ha disperato bisogno. Dall'educazione al trapianto, al reclutamento di donatori.
Di fisiopatologie respiratorie in altura e in profondità, di come cambia il respiro dalle vette agli abissi, ci daranno testimonianza il subacqueo record di apnea Umberto Pelizzari e l'alpinista Simone Moro, collegato in video conferenza dal campo base dell'Everest. Il fisico nucleare Ettore Fiorini racconterà le sue ricerche sui neutrini, mentre il genetista Edoardo Boncinelli esporrà il concetto di entropia dal punto vista biologico.
L'etologo Danilo Mainardi svelerà alcuni segreti dell'intelligenza animale in relazione all'intelligenza della specie umana.
Tra gli scienziati italiani che lavorano all'estero: Marina Cavazzana Calvo del Centre for Biotherapies dell'Hôpital Necker dell'Université Paris Descartes di Parigi, racconterà al pubblico gli straordinari successi di terapie geniche e della medicina molecolare per la cura dei bambini, sperimentate nei casi dei "Bubble boys", costretti a vivere isolati a causa di deficienze del sistema immunitario. Cristina Alberini del Mount Sinai School of Medicine di New York illustrerà come eliminare le memorie traumatiche e quelle legate alla tossicodipendenza.
Il criminologo Massimo Picozzi e l'antropologa Cristina Cattaneo condurranno il pubblico sulla scena di un crimine e, attraverso indizi, dettagli e conoscenze cliniche riveleranno come arrivare al profilo psicologico e comportamentale di un criminale.
MOSTRE, SPETTACOLI, LABORATORI INTERATTIVI
E ALTRE MANIFESTAZIONI
La rassegna prevede inoltre proiezioni di film con dibattito, spettacoli scientifici e teatrali, open days di Istituti Scientifici, premiazioni e concorsi fotografici, cacce al tesoro matematico-naturalistiche, mostre e laboratori dove gioco, sperimentazione e didattica si fondono per creare un ambiente che favorisca la divulgazione e l'apprendimento.
Da sempre, il coinvolgimento e l'attenzione per il mondo della scuola è tra le priorità di BergamoScienza, il cui obiettivo principale è avvicinare la gente alla scienza, ma soprattutto i giovani, per far comprendere che la scienza rappresenta una risposta concreta ai problemi della nostra vita quotidiana.
Cresce ogni anno il numero degli studenti che partecipano (nel 2008 il 30% in più rispetto al 2007) e quello delle scuole che interagiscono attivamente. Le mostre e laboratori interattivi curati direttamente dagli studenti, comprendono ormai circa il 25% degli eventi in programma. Sono sempre di più i giovani delle scuole superiori a far da guida nelle mostre ai loro coetanei o a parlare con il loro linguaggio agli allievi più piccoli favorendo un atteggiamento di sana emulazione.
Un'assoluta novità è il 1° torneo di robocalcio targato "BergamoScienza". Una grande sfida tra robot-calciatori che si affronteranno su microcampi da gioco in avvincenti incontri senza essere telecomandati. E per finire si esibiranno piccoli robot lottatori di minisumo.
Dopo il successo riscosso nelle passate edizioni torna l'appuntamento con il processo al Tribunale di Bergamo. Questa volta, l'imputato sarà il Parco. I parchi e le aree protette costituiscono un limite o una risorsa per la comunità? Dopo aver ascoltato testimoni dell'accusa e della difesa studenti e insegnanti in qualità di giurati decideranno il verdetto.
Tutte le iniziative sono gratuite e aperte al pubblico fino ad esaurimento posti.

Annunci Google