Berger porta in F1 il figlio di Senna

Via il dente tolto il dolore: finalmente è arrivato il giorno della cronometro di Pontedera, autentico spauracchio per Damiano Cunego, e non solo per lui. «Non vedo l’ora di lasciarmela alle spalle, e di pensare solo alle montagne che ci aspettano – ha detto il Piccolo Principe nella conferenza stampa di ieri -. Spero solo di difendermi, conto di non perdere da Basso più di 3 minuti e mezzo: se perderò meno, per me sarà un successo». Basso e la cronometro: due fantasmi da respingere con forza. «La cronometro è ormai alle mie spalle, sulle montagne spero di fare altrettanto con Ivan. La nostra rivalità? È solo una montatura; diciamo che è un buon collega, come tanti».