Berlusconi ai suoi «Il partito unico ora è un dovere»

Roma. Dopo Silvio Berlusconi e Gianfranco Fini, ieri in un’intervista a il Giornale anche Umberto Bossi ha rilanciato il progetto della Federazione dei partiti del centrodestra. Sulla stessa lunghezza d’onda, il presidente di Forza Italia, che in una lettera inviata ai dirigenti di Fi ha ribadito che la manifestazione del 2 dicembre contro la Finanziaria «ha aperto una fase nuova» nel centrodestra. «Il popolo delle libertà - ha scritto il Cavaliere - viene orgogliosamente da tradizioni politiche diverse, ma già si muove come un solo popolo, e aspetta di ritrovarsi unito sotto le bandiere del partito delle libertà che noi abbiano il dovere di costruire». «La manifestazione di Roma - aggiunge Berlusconi - ha aperto una nuova fase della rivoluzione liberale iniziata dodici anni fa e che deve riprendere il suo cammino, per il bene dell’Italia e di tutti gli italiani». «E per far questo - sottolinea - è necessario raccogliere l’inequivocabile invocazione di unità che è salita altissima dal popolo di piazza San Giovanni, nella consapevolezza che spesso i cittadini sanno guardare più avanti di chi li rappresenta».