Berlusconi alle Stelline

Sarà Silvio Berlusconi a chiudere l’assemblea nazionale dei riformisti per il Partito della Libertà, che si riunisce oggi al Palazzo delle Stelline, storica sede delle iniziative dei socialisti craxiani. Stefania Craxi presenterà, con la sua associazione Giovane Italia, «tre proposte per la mobilità sociale e l’uguaglianza delle opportunità». È una sorta di manifesto alla Blair con il quale i riformisti della Cdl vogliono evidenziare l’assenza di ogni parvenza di riformismo nell'attuale sinistra italiana. Tra i partecipanti Sandro Bondi, Fabrizio Cicchitto, Maurizio Sacconi e Sergio Pizzolante che dell'associazione sono presidente onorario e segretario, Paolo Bonaiuti, Mariastella Gelmini, Roberto Formigoni, Raffaele Fitto, Renato Brunetta, Giuliano Cazzola, Valentina Aprea, Stefano Pillitteri, Andrea Mascaretti. Tra gli ospiti Raffaele Bonanni, segretario generale della Cisl e Luigi Angeletti, segretario generale della Uil, chiamati a commentare la proposta di tassazione agevolata per tutte le componenti variabili del salario, dagli straordinari ai premi, agli incentivi. Spiega Stefania Craxi: «I riformisti per il partito della Libertà hanno il dovere di ampliare la loro iniziativa nel momento in cui il riformismo è totalmente negato a sinistra».