Berlusconi assolto con 12 anni di ritardo

La Corte d’Appello di Milano ha assolto con formula piena l’ex premier Silvio Berlusconi nel processo stralcio per la vicenda Sme in cui il leader di Forza Italia era imputato di corruzione in atti giudiziari. Berlusconi è stato assolto perché «il fatto non sussiste» e «per non aver commesso il fatto», ha detto il presidente della corte in aula leggendo il dispositivo della sentenza. Sereno, soddisfatto, emozionato, addirittura commosso. Avvocati e portavoce descrivono così il Cavaliere dopo la notizia: «La sentenza è arrivata con un ritardo di 12 anni, ma comunque è arrivata» è stato il suo rammaricato commento.