Berlusconi da Bush: "Sempre con gli Usa"

Il presidente Berlusconi è stato ricevuto da Bush alla Casa Bianca in occasione del Columbus Day. "Continueremo a stare al vostro fianco finchè i nemici della libertà non saranno sconfitti. Unione europea e Usa sono uniti"

Washington - È in corso alla Casa Bianca la cerimonia di Stato in onore del presidente del Consiglio Silvio Berlusconi. Conclusa la cerimonia Berlusconi si recherà nella "blue room" per il rito dello scambio dei doni con il presidente Bush. Si tratta di un raffinato vaso di Ginori con raffigurate le tre grazie e cravatte e foulard di Marinella.

Bush: "Mi piace il suo ottimismo senza limiti" "Ho con il presidente Berlusconi un rapporto eccellente, e un genuino rispetto. Ne ho apprezzato l’amicizia e la saggezza. È un uomo sincero, capace di parole chiare e leali, capace di mantenere la parola data e mi piace il suo ottimismo senza limiti". Queste le parole di benvenuto rivolte dal presidente Usa George W. Bush a Silvio Berlusconi, accogliendolo alla casa Bianca. Concludendo, in italiano, Bush ha detto: "Benvenuto per questo Columbus Day"

Berlusconi: "Bush un grande presidente" "La storia dirà che George W. Bush è stato un grande, grandissimo presidente degli Stati Uniti": lo ha detto il presidente del Consiglio Silvio Berlusconi, nella cerimonia di benvenuto organizzata alla Casa Bianca.

L'Italia serve la pace nel mondo
"Continueremo a restare al vostro fianco finchè i nemici della libertà, che non hanno alla base delle loro decisioni l’amore, non saranno completamente sconfitti" ha precisato Berlusconi. L’Italia "serve la causa della pace e della stabilità in Libano, Kosovo e Bosnia" e ha mostrato il proprio impegno a sostegno della "crescita delle democrazie e della difesa degli innocenti" in Afghanistan e in Iraq: lo ha detto il presidente americano George W.Bush a Silvio Berlusconi, nella cerimonia di benvenuto alla Casa Bianca. "L’America è orgogliosa - ha detto Bush a Berlusconi - di essere vostro alleato in missioni che porteranno un mondo migliore e più sicuro".

Uniti nella lotta al terrorismo "Lavoreremo insieme per sconfiggere i nemici della libertà e le persone che non hanno l’amore alla base delle proprie azioni". Il presidente Berlusconi ha garantito che il sostegno dell’Italia non verrà mai meno. Sulla stessa linea anche Bush, che ha ribadito la determinazione a combattere "i nemici finchè non saranno sconfitti. Faremo scudo contro la brutalità". Bush ha lodato l’impegno dell’Italia per aver schierato truppe in Afghanistan e in altre missioni Nato. "Sono orgoglioso della vostra alleanza", ha detto il presidente americano.

Crisi: Usa ed Europa agiscano insieme Silvio Berlusconi si dice fiducioso che ci siano mezzi e modalità per riuscire ad impedire che la crisi finanziaria colpisca l’economia reale e che la cosa più importante è il coordinamento messo in campo da Stati Uniti ed Europa per affrontare la situazione. "La cosa più importante è che l’America e l’Unione Europea possano agire di concerto ed in modo coordinato", ha ribadito Berlusconi alla Casa Bianca. Il premier italiano ha detto, dopo l’incontro di ieri a Parigi con i Paesi della Zona Euro, che sono stati fatti passi per prevenire che la tempesta finanziaria colpisca l’economia reale: "Sono al 100% sicuro e fiducioso che noi abbiamo i mezzi e le armi per prevenire che ciò accada e che il benessere di cui godono i nostri cittadini possa essere colpito da ciò".