Berlusconi al Carroccio: "Impegni non rispettati" Bossi: nessun problema

Berlusconi: "Il governo va a vanti più solido di prima". Calderoli: "Il Cav mangerà il panettone e anche la colomba". Bossi: "Nessun problema"

Monza - Gli impegni non sono stati rispettati. Il presidente del Consiglio, tre giorni dopo il voto della Camera su Alfonso Papa, parla delle frizioni tra Pdl e Carroccio: "Non c’è nessun problema, sono loro ad avere un problema. Beh, è evidente... Scusate, chi è che aveva preso un impegno e non lo ha rispettato nel voto in Parlamento? Tanto è vero - conclude il premier - che al Senato questo impegno è stato mantenuto", dice riferendosi al voto su Tedesco. Infine, i giornalisti chiedono insistentemente se abbia sentito al telefono il leader della Lega Umberto Bossi, ma Berlusconi non risponde alla domanda, dicendo semplicemente: "Vi inventate tutto...". E a chi gli chiede se Bossi detenga ancora la leadership del partito: "Assolutamente sì ripeto ciò che ha detto qualcuno di loro: "La Lega è Bossi, Bossi è la Lega". E il Senatur alla domanda: Problemi con Berlusconi? ha risposto così: "Chiedetelo a lui".

Bossi: "Nessun problema" Nessun problema con Bossi, conferma lo stesso Senatùr. Con Silvio Berlusconi "non abbiamo problemi, ci ha dato il federalismo e le cose vanno di bene in meglio", ha detto il ministro delle Riforme. "L'ho sentito ieri per telefono - ha spiegato il segretario della Lega Nord - dal mio letto di ospedale in Svizzera". A questo punto il Senatur ritiene che "sia chiusa" la questione su eventuali dissidi tra lui e il premier. 

E Calderoli stempera la polemica "Non c’è bisogno di far pace con Berlusconi perchè non abbiamo mai litigato con lui". È quanto afferma il ministro della Semplificazione Roberto Calderoli a margine dell’inaugurazione degli uffici decentrati dei ministeri a Monza. "Noi -ha aggiunto Calderoli- portiamo avanti le nostre iniziative in modo chiaro e il fatto che anche in questa occasione quattro dei ministeri che ci saranno a Villa Reale due siano del Pdl significa che lo stesso Pdl ha condiviso questo progetto". Oltre ai ministeri dell’Economia, della Semplificazione e delle Riforme infatti a Monza troverà posto anche una sede decentrata di quello del Turismo. Tornando a Berlusconi, alla domanda se riuscirà a mangiare il panettone Calderoli sorridendo risponde: "Credo anche la colomba", e a quanti facevano notare come il possibile passaggio di consegne fra lo stesso Berlusconi e il segretario del partito Angelino Alfano possa somigliare a un altrettanto ipotetico Bossi-Maroni "la cosa bella degli analisti -ha risposto Calddroli- è che non le imbroccano mai".