Berlusconi a casa, la figlia Marina: "Sta meglio"

E' iniziato questa mattina il viavai di sostenitori di Berlusconi davanti a Villa San Martino ad Arcore dove, da ieri, il premier si è ritirato per la convalescenza. Pacchi dono e messaggi di stima e
solidarietà sono stati recapitati alla portineria. Bonaiuti: "I dolori rallentano"

Milano - "Silvio Berlusconi sta meglio". dopo la prima notte a casa Marina, la figlia primogenita del premier, risponde a una domanda sulle condizioni di salute del presidente del Consiglio dopo l’aggressione subita domenica scorsa in piazza Duomo a Milano. "Sta molto meglio, è rinfrancato - ha fatto sapere il sottosegretario alla presidenza del Consiglio, Paolo Bonaiuti - certo, il colpo è stato durissimo, ma i dolori stanno rallentando e, contemporaneamente, l’uomo riprende contezza della sua forza. E posso testimoniare quanto sia determinato e positivo il suo atteggiamento".

La cena con Bossi e Tremonti Una cena privata fra il presidente del Consiglio, il leader della Lega Nord Umberto Bossi e il ministro dell’Economia Giulio Tremonti è attesa nel fine settimana nella Villa di Arcore. La visita secondo fonti vicine alla vicenda dovrebbe avere luogo sabato. Berlusconi è stato dimesso ieri dall’ospedale San Raffaele di Milano, dove è stato ricoverato dopo che domenica scorsa un 42enne psicolabile, Massimo Tartaglia, ha colpito il premier al volto con una riproduzione in miniatura del Duomo, rompendogli il setto nasale e due denti.

Viavai di sostenitori con doni e omaggi E' iniziato questa mattina sotto qualche fiocco di neve il viavai di sostenitori di Berlusconi davanti a Villa San Martino ad Arcore, dova da ieri il presidente del Consiglio si è ritirato per la convalescenza dopo le dimissioni dall’ospedale. Pacchi dono e messaggi di stima e solidarietà sono stati recapitati alla portineria della residenza del premier, anche attraverso corrieri internazionali. L’accesso a via San Martino, che conduce alla villa di Berlusconi è monitorato costantemente nelle due direzioni dalle forze dell’ordine, alle auto e ai pedoni è consentito il passaggio, ma non la sosta davanti all’abitazione. L’ingresso principale è sotto il controllo di finanzieri e agenti in borghese. A fine gennaio il Pdl di Arcore organizzerà per l’ultima domenica una giornata di mobilitazione per manifestare solidarietà a Berlusconi. Aderirà anche il Pdl di Saronno e di altre cittadine della Brianza.