Berlusconi chiama al governo «il popolo di eroi» della Liguria

nostro inviato a Savona
Ci prova l’acqua, ma cadendo sull’onda azzurra fa solo l’effetto di alzare la marea. Ci prova lui, Silvio Berlusconi, che arriva con due ore e mezza di ritardo, ma piazza Sisto IV resta gremita. Ti aspetti qualche mugugno, qualche defezione, invece appena Silvio sale sul palco, cresce l’ovazione. Le scuse del presidente passano inosservate, il popolo della libertà dimentica anche i «falsi allarmi» alla prima frase: «Questa vostra accoglienza dopo tanto ritardo mi commuove, siete un popolo di eroi». (...)