Berlusconi-Chirac, vertice del disgelo

«Sorelle latine», «perfetta armonia», «cordialità», «visioni comuni». E ancora: «partenariati esemplari e strategici», «idem sentire». Sono queste le parole di Berlusconi e Chirac dopo il vertice italo-francese, tenutosi ieri a Parigi, che ha celebrato la ritrovata convergenza tra Roma e Parigi. Ad abbattere l'ultimo diaframma che divideva l’Italia e la Francia sulla scena politica internazionale, il chiarimento sull'Irak i cui scontri sono stati derubricati dal presidente francese come «differenze di analisi all'origine. Ormai è acqua passata».