Berlusconi in contropiede: "Calciopoli? Una montatura"

Il presidente del Milan accoglie la squadra di ritorno dal Giappone dove ha vinto il Mondiale per club: "Gli scandali? Qualche club aveva influenza e l'ha fatta valere. Noi abbiamo perso qualche scudetto"

Malpensa - Ha scelto il momento in cui tutti guardavano verso la scaletta dell'aereo che ha riportato il Milan campione del mondo in Italia. In uno dei giorni più importanti di tutta la sua presidenza rossonera Silvio Berlusconi lascia tutti a bocca aperta. "L’avete capito o no che è stata tutta una montatura?". Dice replicando alla domanda se fosse contento per la vittoria mondiale del Milan, dopo tutto ciò che era accaduto, come, per esempio, Calciopoli. "L’avete capito o no - ha affermato Berlusconi - che è stata tutta una montatura? Qualche club aveva influenza e l’ha fatta valere, e noi abbiamo perso qualche scudetto".

Soddisfazione Visibilmente soddisfatto il presidente del Milan, Silvio Berlusconi, si è presentato di fronte alle telecamere sulla pista di Malpensa con in braccio il trofeo appena conquistato dalla sua squadra. "Com’è tenere in mano una coppa? Ormai è un’abitudine - ha sorriso Berlusconi - ma è una sensazione meravigliosa. Dà un immenso piacere questa vittoria, che vuol dire che continueremo ad essere protagonisti", ha aggiunto il numero uno rossonero. "Abbiamo passato vent’ anni di sogni e leggende e speriamo di viverne altrettanti" ha continuato Berlusconi.

Derby Per il presidente quest’ultima vittoria può essere utile a correggere la marcia in campionato: "Finora abbiamo avuto anche sfortuna, ma questa è una stagione meravigliosa e questa vittoria - ha aggiunto - ci darà la spinta per cominciare la rincorsa ai primi posti. Certo non al primo perché quello è appannaggio dell’Inter. Evviva". E a proposito di Inter, si è parlato anche dell’imminente derby. Il Milan ce la può fare? Lapidaria la risposta: "Per battere l’Inter nel derby, il Milan deve fare il Milan".