Berlusconi: "Deluso dalla sinistra è inconcludente, danneggia l'Italia"

Il premier interviene telefonicamente al convegno dei Popolari liberali di Giovanardi, smentisce le notizie circolate su un suo malore: "sono gagliardo come un ventenne", e attacca l'opposizione. "E' divisa, culturalmente ancora prigioniera del suo passato". Appello alle banche: "Sostengano imprese e cittadini"

Roma - "Siamo delusi da una sinistra che ha avuto responsabilità di governo e che oggi è diventata divisa e inconcludente, culturalmente ancora prigioniera del suo passato". Lo afferma il premier Silvio Berlusconi, intervenendo telefonicamente al convegno di Carlo Giovanardi in corso a Verona. "Questa sinistra - aggiunge - si è radicalizzata e si è arroccata in un' opposizione che danneggia l'Italia. E che fa dell'insulto la sua pratica quotidiana". Una sinistra aggiunge ancora il premier che 'continua a fare campagna elettorale, e che sembra voler continuare per i prossimi 4 anni e mezzo".

"Pdl costola del Partito popolar europeo" Il presidente del Consiglio Silvio Berlusconi ha sostenuto che il Pdl "deve essere la costola italiana del Partito Popolare Europeo. Anzi meglio: del partito dei popoli europei". Rispondendo al sottosegretario Carlo Giovanardi che per il suo movimento chiede spazio nel nuovo partito Berlusconi ha ricordato che "Nella costituente nel nuovo movimento è previsto che deve essere il contenitore dei moderati, dei cattolici, dei laici riformisti che non si riconoscono nella sinistra". Interrotto da un lungo applauso Berlusconi ha quindi aggiunto "Anche la vostra presenza ha pari dignità e servirà a sostenere il governo nazionale ed affrontare insieme le sfide delle prossime elezioni".

Banche Parlando del vertice del G20 il premier Silvio Berlusconi ha osservato che la riunione è servita "per dare una risposta globale a una crisi globale", ricordando che il risultato del G20 è stato quello di concordare sulla necessità "di riscrivere nuove regole per la finanza, far collaborare di più le istituzioni finanziarie internazionali fare in modo che nessuno abbia voglia di protezionismo e fare in modo che la crisi non ricada sull'economia reale". Secondo Berlusconi, quindi, "Le banche devono continuare a fare le banche sostenendo gli investimenti degli imprenditori ed i consumi dei cittadini. Le banche centrali hanno fornito tutta la liquidità necessaria e ciascun paese provvederà a fare misure importanti a sostegno di imprese e famiglie più povere".

G20 fra 100 giorni I leader che compongono il G20 torneranno a riunirsi fra circa 100 giorni in Giappone o in Inghilterra, ha annunciato il premier. "Abbiamo restituito - ha detto Berlusconi - credibilità all'Italia a livello internazionale. Siamo presenti in tutti i fori internazionali. Dal primo gennaio avremo la presidenza del G8 che non è stato cancellato dal G20. Ci sono infatti - ha proseguito il premier - certi problemi che devono essere discussi dai paesi che sono democrazie compiute mentre altri paesi, che fanno parte del G20, sono ancora sulla strada della democrazia".

"Sono gagliardo come un ventenne" "Un saluto a te e a tutti gli amici. Io dovevo andare prima al Convegno di Montecatini dei circoli di Dell'Utri che sono entrati nella nuova formazione, poi dovevo venire lì, non c'e l'ho fatta. Ho visto però che sono venute fuori notizie di un mio malore. Io non ho avuto nessun malore, sto benissimo, affronto tutte le azioni con la gagliardia di un ventenne". Lo afferma il premier Silvio Berlusconi, intervenendo telefonicamente al convegno di Giovanardi e smentendo le notizie circolate su un suo malore in aereo al ritorno dal vertice del G20.

Bonaiuti: "Malore? Chiacchiere" "Non è andato nemmeno alla riunione del circolo di Dell'Utri e unicamente per motivi di tempo. Quello che io trovo incredibile, e che fa venire un malore a me, è che un'agenzia di stampa che dice di essere seria dia una notizia del genere senza che sia una verifica alla fonte facendo una figuraccia e non un buon servizio per i clienti". Lo puntualizza il sottosegretario alla Presidenza del Consiglio Paolo Bonaiuti ai microfoni di Skytg24, a proposito della notizia circolata stamattina di un presunto malore del premier al suo rientro dagli Usa. "Lei - dice ancora Bonaiuti - sa come succede: parte una voce, magari lì da Verona, qualcuno la raccoglie e in questi casi sarebbe importante andare alla fonte, a verificare se è vero o no...Sono tutte chiacchiere - sottolinea - Berlusconi sta benissimo".