Berlusconi a Don Gelmini: «Puoi contare su di me»

da Amelia (Terni)

Per la prima volta non ha partecipato alla festa più importante dell’anno per Comunità Incontro: l’assenza di Don Gelmini spiccava ieri ad Amelia, durante il saluto ai giovani che hanno terminato il programma di recupero. Il sacerdote è malato: un grave malore di origine cardiaca lo ha colpito nei giorni scorsi. Anche se le sue condizioni sono in miglioramento.
Ma sulle celebrazioni per i trecento ragazzi che, quest’anno, hanno completato il loro percorso, pesava anche l’inchiesta della Procura di Terni sulle accuse di presunte molestie sessuali mosse a don Gelmini da ex ospiti della Comunità. È atteso nei prossimi giorni l’avviso di conclusione delle indagini. Don Pierino è fermo sulle decisioni prese: non vuole lasciare la Comunità e ha chiesto di tornare laico per non coinvolgere la Chiesa. Don Gelmini ha salutato i suoi ragazzi con un collegamento audio: «Vorrei tanto essere lì e salutarvi uno per uno, ma il mio cuore l’ho deposto nel vostro cuore».
Durante l’incontro, in collegamento telefonico, Silvio Berlusconi ha confermato la sua vicinanza a don Gelmini: «Se, come altre volte è successo, la Comunità ritenesse che un mio impegno, una mia vicinanza, un mio aiuto possano essere in qualche momento utili o addirittura necessari, io sono qui a vostra disposizione». Rivolto a don Gelmini, Berlusconi ha detto di garantire che sarà «sempre vicino alle cose che egli vorrà fare. Potrà contare sempre su di me e sulla mia collaborazione».