Berlusconi: «Godetevi la notte io ormai sono un santo...»

Essendo ormai diventata una telenovela, l’ennesima puntata dello scontro Petruccioli-Saccà si è consumata ai margini del convegno «Fiction italiana: il futuro è un diritto» svoltosi nell’ambito del Fiction Fest. Stavolta è toccato al presidente della Rai intervenire con la verbosa pomposità che gli è consueta: «Nell’interesse dell’azienda, del servizio che è chiamata a rendere, di coloro che lavorano dentro e intorno a essa, si deve assolutamente intervenire e impedire a quell’agente di continuare a far danno». Il destinatario è lui, Agostino Saccà, di recente reintegrato dal giudice nel suo posto di lavoro in Rai. «A insaputa degli organi responsabili, relazioni e competenze sono state utilizzate per porre le basi di un progetto privato». Insomma, le stesse accuse su cui ha deliberato il magistrato. Petruccioli (nella foto), si sa, non è tipo che si arrende...